lunedì 18 ottobre 2021

Review party: La stirpe di Esperror

 




Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori!

Finalmente oggi, come da calendario, parleremo in modo approfondito del libro: La stirpe di Esperror.

Dunque iniziamo!





Scheda tecnica:

Autore: Moira Liberati

Editore: You can print

Genere: Fantasy

Voto: ⭐⭐⭐⭐




Trama: Gli Stellari sono creature di potere e sensualità, fatte della stessa materia degli astri. Rosiel, Re del sistema triplo di Kompler, è tormentato da una seducente Intrusa che ogni notte invade la sua mente. Lein, Imperatrice di Xelle, lotta per il controllo del proprio corpo con la sua veste vivente, la divina Vrillyglaret, che la costringe a immergersi nel Lago Dorato per ragioni a lei sconosciute. Tra intrighi di corte, passioni sfrenate e venti di guerra, i due sovrani scopriranno di essere legati da un destino che li unisce, ma che allo stesso tempo sembra dividerli inesorabilmente.




Parere personale: Primo volume di una serie, La stirpe di Esperror ci introduce in un mondo mai conosciuto prima.

In tutte le mie letture, infatti, non mi sono mai imbattuta in un woldbuilding simile.

Non solo è originalissimo, ma anche ben strutturato! Non solo infatti, ci viene detto come questi stellari sono stati creati, dove vivono ecc... Ma ci vengono forniti anche unità di misura del tempo, della lunghezza ecc... Insomma, veramente molto completo.


Gli stellari dunque sono delle creature antropomorfe, ma strutturalmente diverse dagli esseri umani. Oltre a ciò, posseggono dei poteri sovrannaturali più o meno sviluppati.

La particolarità di questo esseri sta nel fatto che per produrre l'idrogeno necessario al loro sostentamento e al benessere della stella in cui vivono, devono fare sesso.

Questa cosa ad un primo impatto può sembrare strana, specie per chi come me, non ama il genere erotico.

Devo dire però che in questo libro mi è sembrato tutto molto naturale e non fine a sè stesso. 

Ovviamente il pubblico a cui si rivolge non è un pubblico di bambini o adolescenti.


Devo dire che lo stile della scrittrice è molto fluido e anche se ci vuole un po' per entrare completamente nel mondo degli stellari, la lettura a mio avviso procede in modo spedito e appassionante nonostante le (doverose) descrizioni.

Il libro si apre a cose già fatte dove vediamo un Rosiel completamente fuori di sè mentre tortura una donna per un motivo che però non posso rivelarvi!

Successivamente torna indietro di qualche anno, presentandoci un giovane Rosiel appena diventato re di Kompler dopo aver superato delle prove, alle prese con una strana intermittenza che si scorge in lontananza.

Poi si passa a Lein, imperice di Xelle e indossatrice di una strana veste che la corteggia sessualmente e che pian piano prende il possesso della sua mente.


La cosa bella di questo libro è che i personaggi sono perfettamente caratterizzati, soprattutto perché il narratore è esterno ai fatti e quindi abbiamo una descrizione oggettiva di ognuno di loro.

Io sono stata letteralmente rapita dall'astuzia di Lein, ma anche dalle sue fragilità, mentre Rosiel si mostra più risoluto, con un misterioso passato che pian piano ci verrà svelato nel susseguirsi della narrazione.


Dunque che dire? Una lettura non adatta a tutti ovviamente, ma davvero affascinante.

Ribadisco, non troverete nulla del genere in nessun altro libro!



Voi che ne pensate? Fatemi sapere!



A presto,







 Yely.









mercoledì 13 ottobre 2021

Blog tour: La stirpe di Esperror/ I personaggi

 


Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori!

Benvenuti nella seconda tappa di blog tour del libro La stirpe di Esperror di Moira Liberati.

Il mio approfondimento riguarda i personaggi.



Prima di parlarvi però nello specifico dei personaggi, voglio parlare in generale degli stellari.

Gli stellari sono creature generate dal Dio Fierto Estatis (uno dei vari dei che esistono nell'universo). Inizialmente sono creature puramente spirituali nate sulla stella Esperror, ma dopo aver chiesto al dio di diventare come lui, sono stati puniti con la forma corporea e la conseguente mortalità.

Dopo questo avvenimento, molti hanno abbandonato Esperror in cerca di nuove stelle in quanto hanno cominciato a dubitare della benevolenza del dio.

Gli stellari possiedono vari poteri magici che vanno dalla costrizione mentale alla previsione del futuro.

Per produrre l'idrogeno di cui hanno bisogno e di cui ha bisogno ila stella, devono accoppiarsi durante un determinato periodo della giornata.


Diversi dagli stellari sono gli Emersi, creature simili agli stellari ma autogeneratesi senza l'aiuto del dio Fierto Estatis.



Rosiel: è il primo personaggio protagonista della storia che incontriamo.

Si tratta del Re del sistema binario di Kompler dal passato oscuro.

Puro esperroriano (nato e vissuto sulla stella Esperror), ha superato brillantemente tutte le prove per diventare re.

Eccelle in moltissimi dei poteri che hanno gli stellari, tranne per il potere che riguarda le previsioni del futuro.


Lein: è l'imperatrice di Xella e seconda protagonista della storia. Per poter governare, si è fusa con l'emersa Vrillyglaret (un altro emerso di Xelle è Vierer)

È una ragazza molto caparbia e saggia, infatti il suo impero viene definito illuminato, ma nasconde anche delle insicurezze come ad esempio la sua costante insoddisfazione.

Ha dei capelli biondo/Rossi e gli occhi bruni, indossa un abito le cui gemme rappresentano una mappa cosmica.

Possiede una specie di harem composto dai suoi Grandi Generali a cui tiene molto.


Videlio: migliore amico di Rosiel e anche suo amante, ha seguito il suo amico nell'ascesa al potere lasciando il posto come geografo e intraprendendo la strada di politico.


Katherine: Amica e amante di Rosiel , cortigiana molto ricercata nel suo Salone sessuale, è molto brava nella creazione di malia e nelle previsioni.


Sarla: figlia del depositario Kiviuiolin del regno di Kompler, è la moglie di Rosiel, anche se il loro matrimonio è stato deciso per questioni politiche.



Questi sono dunque i personaggi che ci accompagneranno per tutto il primo volume de La Stirpe di Esperror di cui il 18 uscirà la recensione su questo blog.

Dunque ci rivediamo il 18 e vi rimando alle altre tappe di questo blog tour.

A presto, Yely.















lunedì 11 ottobre 2021

Presentazione evento: La stirpe di Esperror

 



Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori!

Oggi sono qui per presentarvi l'evento di blog tour organizzato da Irene di nonsololibri con l'autrice Moira Liberati del libro: La stirpe di Esperror.

Ma prima vediamo più da vicino il libro in questione!





Autrice: Moira Liberati

Editore:Youcanprint

Data di Pubblicazione:2021

Pagine:566

Genere: Fantasy


Trama: Gli Stellari sono creature di potere e sensualità, fatte della stessa materia degli astri. Rosiel, Re del sistema triplo di Kompler, è tormentato da una seducente Intrusa che ogni notte invade la sua mente. Lein, Imperatrice di Xelle, lotta per il controllo del proprio corpo con la sua veste vivente, la divina Vrillyglaret, che la costringe a immergersi nel Lago Dorato per ragioni a lei sconosciute. Tra intrighi di corte, passioni sfrenate e venti di guerra, i due sovrani scopriranno di essere legati da un destino che li unisce, ma che allo stesso tempo sembra dividerli inesorabilmente. Consigliato a un pubblico maturo.



Detto ciò, vi lascio qui di seguito le tappe del blog tour che partirà domani!




Seguite tutte le tappe, noi ci rivediamo qui il giorno 13 e successivamente il giorno 18 Ottobre.


A presto, Yely.










martedì 5 ottobre 2021

Review party: Oculta

 



Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori!

Oggi parleremo del secondo volume di Nocturna: Oculta di Maya Montaine, edito da Mondadori che ringrazio per la copia che ci ha donato per questo review party organizzato da Eynys Paolini!

Iniziamo!





Scheda tecnica:

Autore: Maya Montaine

Editore: Mondadori

Genere: Fantasy

Voto: ⭐⭐⭐⭐




Trama: Sono passati ormai quattro lunghi mesi da quando Finn e il principe Alfie hanno sconfitto l'antico e malvagio potere che minacciava di condurre il regno di Castallan alla rovina. Da allora, entrambi impegnati nelle proprie questioni personali e non, non si sono più visti. Alfie, in qualità di erede al trono di Castallan, è chiamato a occuparsi del delicato vertice con i reali englassiani per negoziare la cessazione delle ostilità e siglare la pace tra i due regni. Finn, da parte sua, sta cercando di godersi l'inedita libertà da Ignacio. Quando, per una serie di avvenimenti inaspettati, fa ritorno a San Cristobal, Finn scopre che, esattamente come sta accadendo a lei, anche per Alfie le cose non sembrano andare nel modo sperato. Il ragazzo, infatti, rischia di vedere vanificati i propri sforzi. A quanto pare, la misteriosa organizzazione responsabile della morte del fratello del principe è tornata nuovamente alla ribalta e il suo nuovo obiettivo sembra essere il fallimento proprio del vertice politico presieduto dal ragazzo. Ancora una volta, perciò, Finn e Alfie saranno costretti a unire le forze per seguire le tracce dell'assassino e preservare così l'unica possibilità che finalmente Castallan ed Englass trovino la pace. Ma saranno in grado di fermare i loro avversari prima che una nuova guerra minacci il loro regno?





Parere personale: Dato che Nocturna è uscito molto tempo fa, per me è stato un po' difficile tornare a fare mente locale sulla storia, quindi se come me, avete letto il primo libro appena uscito, vi consiglio di riprendere in mano Nocturna e sfogliarlo un pochino.

Appena però ho fatto mente locale, mi sono immersa pienamente in quella fantastica storia che ai tempi mi aveva affascinata.

Se solitamente i secondi libri sono più deludenti, questo vi assicuro che non lo è!

La storia infatti resta molto coerente con il primo libro e non ci sono passaggi raffazzonati o frettolosi, inoltre il world building è molto ben strutturato e si arricchisce di dettagli.

I personaggi principali, Alfie e Finn vengono caratterizzati ancora di più, dandoci una visione molto chiara di quello che sono a 360° grazie al punto di vista che si alterna fra i due.


La lettura, come nel primo libro, resta molto scorrevole e ti prende dalla prima all'ultima pagina.

Le scene di combattimento rendono Oculta un libro molto movimentato, proprio come piace a me!


Il finale aperto poi fa sperare in un seguito, che aspetto con trepidazione!


Insomma, non perdete tempo e fiondatevi a Castellan, sono sicura  che non ve ne pentirete!



Voi che ne pensate? Fatemi sapere!


Vi lascio qui sotto gli altri blog partecipanti!

A presto, Yely.






giovedì 30 settembre 2021

#12daysofwomen: Maya Angelou

 


Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori!

Oggi ritorna, come ogni mese, il nostro appuntamento tutto in rosa con #12daysofwomen.

La protagonista di oggi è Maya Angelou, cantante, attrice e poetessa, ma anche attivista dei diritti civili!

Vi ricordo come sempre che traggo ispirazione dal libro Storie della buonanotte per bambine ribelli in cui sono contenuti i racconti di tutte le donne che vi presento più altre storie!





Maya Angelou nasce il 4 Aprile 1928 in Missouri.

A 17 anni è già una ragazza madre che ha svolto i lavori più disparati in quanto soffre la povertà ed è costretta anche a prostituirsi.

Ballerina, attrice e scrittrice, Maya è conosciuta soprattutto per le sette biografie in cui racconta la sua vita fino ai 17 anni.




L'opera più importante è il canto del silenzio in cui racconta fatti della vita privata che mostrano le condizioni del popolo afroamericano e delle donne dell'epoca.

Questa biografia fu ritenuta addirittura baluardo dei diritti degli afroamericani.

Oltre alle sue autobiografie, Maya scrive anche diverse poesie.




Maya ha lavorato come attivista al fianco di persone importantissime come Martin Luther King e Malcolm X, ha ricevuto inoltre moltissimi dottorati e premi sia per la letteratura sia per i diritti civili.


Resta un'attivista sino alla sua morte, nel 2014.





Vi lascio una delle sue poesie che meglio incarna la sua personalità, il titolo è: Ancora mi solleverò.


Puoi svalutarmi nella storia

Con le tue amare, contorte bugie,

Puoi schiacciarmi a fondo nello sporco

Ma ancora, come la polvere, mi solleverò


La mia impertinenza ti infastidisce?

Perché sei così coperto di oscurità?

Perché io cammino come se avessi pozzi di petrolio

Che pompano nel mio soggiorno


Proprio come le lune e come i soli,

Con la certezza delle maree,

Proprio come le speranze che si librano alte,

Ancora mi solleverò


Volevi vedermi distrutta?

Testa china ed occhi bassi?

Spalle che cadono come lacrime,

Indebolita dai miei pianti di dolore.


La mia arroganza ti offende?

Non prenderla troppo male

Perché io rido come se avessi miniere d'oro

Scavate nel mio giardino


Puoi spararmi con le tue parole,

Puoi tagliarmi coi tuoi occhi,

Puoi uccidermi con il tuo odio,

Ma ancora, come l'aria, mi solleverò.


La mia sensualità ti disturba?

Ti giunge come una sorpresa

Che io balli come se avessi diamanti

Al congiungersi delle mie cosce?


Fuori dalle capanne della vergogna della storia

Io mi sollevo

In alto, da un passato che ha radici nel dolore

Io mi sollevo

Sono un oceano nero, agitato e vasto,

Sgorgando e crescendo genero nella marea.


Lasciando dietro notti di terrore e paura

Io mi sollevo

In un nuovo giorno che è meravigliosamente limpido

Io mi sollevo

Portando i doni che i miei antenati hanno dato,

Sono il sogno e la speranza dello schiavo.

Io mi sollevo

Io mi sollevo

Io mi sollevo.






Conoscevate questa storia? Cosa ne pensate? Io la trovo straordinaria, come tutte le donne di questa rubrica.


A presto, Yely.








martedì 28 settembre 2021

Review party: Ready player two

 


Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori!

Rieccoci qui con la seconda parte del review party dedicato alla duologia di Ernest Cline: Ready player two.

Se non avete letto la recensione del primo vi invito a recuperarla!


Ringrazio Mondadori per la copia cartacea del libro e la mia collega Eynys Paolini per avermi coinvolta nell'organizzazione dell'evento!

Ed ora, iniziamo!




Scheda tecnica:

Autore: Ernest Cline

Editore: Mondadori

Genere: Distopico

Voto: ⭐⭐⭐⭐




Trama: Pochi giorni dopo aver vinto la gara voluta da James Halliday, il fondatore di OASIS, Wade Watts fa una scoperta che potrebbe trasformare radicalmente l’esistenza di tutti. Nascosto in uno dei caveau di Halliday, e che attende solo di essere trovato dal suo erede, c’è un dispositivo tecnologico che, ancora una volta, potrebbe cambiare il mondo, rendendo OASIS mille volte più straordinario (e in grado di generare una dipendenza ben maggiore) di quanto lo stesso Wade possa aver mai sognato. Ben presto arrivano però anche un nuovo indovinello, una nuova missione – un ultimo Easter egg di Halliday, che potrebbe condurre a un non meglio precisato premio – e un inaspettato nuovo rivale, incredibilmente potente e pericoloso. Uno che, per ottenere ciò che vuole, sarebbe disposto a uccidere milioni di individui. Affettuosamente nostalgico, sfrenatamente originale come solo Ernest Cline poteva immaginarlo, Ready Player Two ci trascina in una nuova avventura ricca di azione, fantasia e divertimento all’interno del suo amatissimo universo virtuale, proiettandoci così, ancora una volta in modo spettacolare, nel futuro.




Parere personale: Dopo aver letto il primo volume, ho iniziato a leggere questo libro con molto pregiudizio.

Se ricordate infatti, la mia recensione sul primo nn era stata molto positiva, specie se comparata al film di Spielberg che si ispira appunto alla serie.

Fortunatamente però, questo libro mi ha stupita in positivo!

Vediamo finalmente il gruppo degli altissimi cinque collaborare insieme alla ricerca delle sette schegge della sirena, nuovo enigma di Halliday.

Il nemico stavolta è tutt'altro che scontato ed è stato probabilmente la cosa più sconvolgente della storia!

Finalmente inoltre viene approfondita un pochino di più la storia dei creatori di OASIS, anche se comunque Wade Watts resta il personaggio principale e più caratterizzato in quanto resta il narratore della storia.

La cultura pop degli anni '80 è sempre presente, ma molto meno ingombrante rispetto al primo numero e lascia spazio alle vicende della storia rendendo questo secondo volume più avvincente del primo.

Resta comunque un libro che a mio parere si sviluppa lentamente e va preso a piccoli morsi. Devo dire che dopo qualche pagina dovevo fare una pausa.


Il finale è veramente a sorpresa, vi rivelerà infatti una verità sul narratore che è una vera bomba!


Una cosa che mi è molto piaciuta di questo libro è il fatto che una certa invenzione porta le persone a provare più empatia verso le altre, quindi la sessualità diventa più fluida e nessuno si permette di giudicare.

L'unica nota negativa è il fatto che la vita reale viene stigmatizzata anche in questo libro e non si fa nulla per cambiare questa cosa.


In questo libro fanno la loro comparsa anche i "bassissimi cinque" con a capo L0hengrin che daranno una mano notevole ai nostri protagonisti. Se devo essere sincera vorrei conoscere di più sulle loro avventure e se Cline creasse una serie dedicata a loro la leggerei sicuramente!


Insomma secondo me questo libro è stato molto più bello del primo ed entra nei sentimenti più profondi dei protagonisti, ma va preso a piccoli morsi!



Voi che ne pensate? Lo avete letto? Vorreste un film su questo nuovo capitolo? Io si!


Qui di seguito vi lascio i nomi dei blogger partecipanti che ringrazio!




A presto,



 




  Yely.

sabato 25 settembre 2021

Review party: Ready player one

 



Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori!

Il libro protagonista del review party di oggi è: Ready player one di Ernest Cline da cui è stato tratto l'omonimo film diretto dal celeberrimo regista Steven Spielberg.

Il review party è stato organizzato da me e Bea di Eynys Paolini in collaborazione con la casa editrice Mondadori.

Ma iniziamo subito!



Scheda tecnica:

Autore: Ernest Cline

Editore: Mondadori

Genere: Distopico

Voto: ⭐⭐⭐



Trama: 2044. Crisi ambientale e disuguaglianze sociali hanno reso il pianeta un brutto posto in cui vivere. Per il giovane Wade l'unica possibile evasione è l'universo virtuale di OASIS. Un gioco. Una caccia al tesoro. Una fortunata lotteria… o molto di più?




Parere personale: James Halliday, creatore della realtà virtuale OASIS e proprietario della compagnia Gregarius Simulation System, muore.

Lascia però tutta la sua eredità a colui che troverà tutte le chiavi che conducono all'easter egg nascosto da qualche parte su OASIS.

Wade Watts è un normalissimo diciottenne che come molti altri partecipa alla caccia all'egg.

Su OASIS si basa tutta la vita di Wade aka Parzival e proprio lì frequenta la scuola, ha un migliore amico ecc...


Premetto di aver visto prima il film di Spielberg e poi ho letto il libro.

Detto ciò penso che sia stato un grande errore perché il paragone con il film ha reso, a mio avviso, il libro meno interessante.

Sorvolando sul fatto che il libro è molto prolisso su cose inutili come l'attrezzatura che Wade usa, mentre è più conciso quando ci sono di mezzo le varie sfide; le sfide in sè non sono tanto avvincenti quanto quelle del film.

Inoltre nel film tra Wade e i suoi amici si instaura un bellissimo rapporto con gli altri 4 personaggi che nel libro avviene solo verso il finale.


La storia di Halliday nel film viene affrontata in modo molto piacevole nel film, mentre nel libro mi è sembrato solo un'elencazione di film, videogames, canzoni ecc... degli anni '80 che per me hanno avuto fin troppa importanza, confinando la storia principale in seconda parte.

Capisco il voler creare l'effetto "nostalgia", ma questo probabilmente è troppo.


Altra differenza è il fatto che nel libro il mondo reale viene un po' demonizzato, invece nel film Wade impara che la realtà molte volte è migliore del mondo virtuale e questa presa di coscienza secondo me è molto importante!


Il libro come vi ho già detto è molto prolisso ed io ho impiegato un po' a leggerlo,ma nella terza ed ultima parte diventa più scorrevole ed avvincente.

La storia viene narrata in prima persona da Wade e proprio per questo la sua persona viene più approfondita rispetto agli altri personaggi della storia.

Wade appare a mio avviso un po' stereotipato, il classico nerd sovrappeso in fissa con la cultura pop amata dal proprio idolo.

Capisco il fatto che abbia studiato tutto per la caccia all'egg, ma sembra non avere di gusti propri, in pratica gli piace tutto quello che piaceva ad Halliday, ma a Wade piace qualcosa di diverso? Non lo sapremo mai.



Dunque credo che probabilmente per chi non ha mai visto il film, questo libro è molto carino e avvincente, ma chi ha visto il film penso che apprezzi di più quest'ultimo.


Se però siete amanti della cultura pop anni '80, qui ne troverete TANTISSIMA! E probabilmente questo è il libro che fa per voi.



Voi che ne pensate? Qui sotto vi lascio l'elenco degli altri blog partecipanti.


A presto,




 


Yely.















Review party: La stirpe di Esperror

  Ciao a tutti pipistrellini cari e nuovi lettori! Finalmente oggi, come da calendario, parleremo in modo approfondito del libro: La stirpe ...